home  »  Itinerari  »  Gerusalemme romana

Gerusalemme romana
con udienza Papale o Angelus

Questo itinerario raccoglie i luoghi più significativi che dal III secolo hanno unito Roma a Gerusalemme, attraverso la riproduzione dei modelli artistici delle chiese di Palestina e attraverso la traslazione delle reliquie più prestigiose.

1° giorno Santa Maria Maggiore | Santa Prassede

Inizio delle visite e prima sosta alla Basilica Papale di Santa Maria Maggiore, con il mosaico del catino absidale; quello del Presepe, che doveva contenere la mangiatoia in cui nacque Gesù, reliquia venerata al punto che la basilica venne conosciuta anche con il nome di Santa Maria ad Praesepem.

Successiva sosta alla vicina Basilica di S. Prassede dove è possibile ammirare un bellissimo ciclo di mosaici ma soprattutto la reliquia della Flagellazione. In tempo utile sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

2° giorno S. Giovanni Laterano | S. Croce | Ss. Giovanni e Paolo | S. Stefano

Dopo la prima colazione, incontro con la guida locale e visita alla Chiesa di San Giovanni in Laterano, la Basilica più antica dell’Occidente. E’ la Cattedrale di Roma sede ecclesiastica ufficiale del Papa, e per questo considerata “Madre e capo di tutte le chiese della città e del mondo”. Qui secondo la tradizione si ritiene siano conservati i resti della tavola dell’ultima cena. Visita al Chiostro della Basilica, del Battistero e al complesso della Sancta Sanctorum e della Scala Santa che secondo la tradizione fu costruita con le pietre calpestate da Gesù durante la “Via Crucis”. Successiva visita alla Basilica di Santa Croce in Gerusalemme, al cui interno conserva le reliquie della Santa Croce portate da Sant’Elena. Pranzo in corso di visita.

Nel pomeriggio sosta alla Basilica dei Ss. Giovanni e Paolo e alla domus sotto la basilica che conserva ancora buona parte della decorazione parietale. Vi è l’attestazione certa della trasformazione in domus ecclesia di almeno una parte della casa che secondo la tradizione cristiana fu il luogo del martirio dei Ss. Giovanni e Paolo. Da riconfermare in loco la visita (in base agli orari della basilica e alla tempistica del gruppo) alla Chiesa paleocristiana di Santo Stefano Rotondo, dedicata al diacono e primo martire Santo Stefano. La soluzione architettonica della chiesa, con i suoi tre cerchi concentrici e la forma a croce greca, la fa assomigliare alla basilica del Santo Sepolcro di Gerusalemme. Rientro in albergo, cena e pernottamento.

3° giorno San Pietro | Aracoeli | Carcere Mamertino

Prima colazione. Incontro con la guida ed intera giornata dedicata alla vista della Basilica di San Pietro. La tradizione cristiana da sempre considera inseparabili i Santi Pietro e Paolo, anche se con una diversa missione da compiere, pur sempre tesa alla costruzione della Chiesa di Cristo nel mondo. 

Pranzo in corso di visita. Nel pomeriggio trasferimento al Campidoglio con sosta sulla piazza e affaccio sul Foro. Sosta alla Basilica dell’Aracoeli, costruita per i francescani alla metà del Duecento (1250-68), oggi conserva le reliquie di Sant’Elena, madre di Costantino e prima pellegrina in Terra Santa. 

Successiva tappa al Carcere Mamertino o Carcer Tullianum, il più antico carcere di Roma, noto anche come Carceri mamertine. Secondo la tradizione cristiana qui furono imprigionati i Santi Pietro e Paolo. Al rientro in pullman, possibilità di passare per via dei Fori Imperiali con veduta del Foro di Cesare e del Vittoriano con l’Altare della Pace. Rientro in albergo, cena e pernottamento.

4° giorno Angelus o benedizione del Papa

Dopo la prima colazione, possibilità di partecipare all’Angelus del Papa con la benedizione/udienza generale (soggetta a riconferma in base alle disponibilità e alle giornate) o tempo libero senza guida. Pranzo libero a cura dei partecipanti. In tempo utile rientro a destinazione.

di Manuela Borraccino - tratto da "Rivista Terrasanta luglio-agosto 2014" Edizioni Terra Santa, Milano

continua
Richiedi un preventivo

* campi obbligatori